Il Defibrillatore Semiautomatico rimasto per anni ad uso esclusivo di personale sanitario e laico specializzato, entra nello scenario sociale con obbligatorietà per le società sportive. Alcuni di questi apparecchi possiamo trovarli anche nei centri abitati, solitamente collocati in punti di interesse e facilmente identificabili.

Per utilizzare questi apparecchi è sufficiente frequentare un corso specifico che abilita all’uso del defibrillatore.

Sono stati numerosi i casi eclatanti che negli ultimi anni hanno portato alla diffusione di questi apparecchi salvavita in quanto unico strumento in caso di interrompere aritmie cardiache maligne che se non trattate portano indiscutibilmente a morte certa.

E’ interessante capire come questi defibrillatori possano effettivamente salvaguardare la nostra Vita.

Una vittima di arresto cardiaco deve ricevere nel più breve tempo possibile assistenza rianimatoria (Massaggio Cardiaco) per evitare danni cerebrali, parliamo di minuti prima che questi danni diventino irrecuperabili…

Inoltre è giusto sapere che l’85% dei casi di Arresto Cardiaco sono imputabili a aritmie maligne le quali possono essere trattate con esiti positivi utilizzando un DAE.

Ne consegue che per trattare un arresto cardiaco è di vitale importanza iniziare subito un massaggio cardiaco e utilizzare un defibrillatore…

Il tempo che intercorre tra l’attivazione del sistema di emergenza e l’arrivo dei soccorsi è di vitale importanza, una persona colta da malore da arresto cardiaco che non viene rianimata nei primi minuti in attesa dell’ambulanza ha sicuramente molte meno possibilità di ripresa rispetto ad una persona alla quale viene effettuato un massaggio cardiaco immediato e perché no…anche con l’utilizzo di un defibrillatore qualora fosse disponibile.

Informatevi se nella Vostra palestra o associazione sportiva è presente il defibrillatore e il personale addestrato al suo utilizzo…POTREBBE SALVARVI LA VITA!!