Iniziamo con il definire il Welfare Aziendale come l’insieme di benefit e prestazioni che l’azienda mette a disposizione del dipendente finalizzato a sostituite la componente meramente monetaria, premio di produttività, i quali si possono tradurre in servizi utili alla persona come Previdenza Complementare, Assistenza Sanitaria, Asili Nido, Servizi per anziani, ecc…

Il welfare aziendale molto noto in paesi come gli USA hanno riscosso molto successo e sono sbarcati in Italia anche grazie alle multinazionali con una mentalità imprenditoriale avanzata, fino a diventare oggetto concreto nell’ ultima legge di stabilità 2016 attraverso la quale le aziende possono beneficiare di deduzioni fiscali e i dipendenti approfittare di servizi utili e necessari completamente esentasse.

Stiamo vivendo un periodo nel quale questi servizi stanno riscuotendo enorme successo nelle aziende che lo applicano in quanto un risparmio su servizi come: asili nido, spese medico dentistiche, previdenza sociale integrativa ecc…che dal punto di vista dei dipendenti vengono apprezzate forse in forma maggiore rispetto al conosciuto premio monetario.

L’opportunità lavorativa per l’infermiere in questo momento diventa concreta in quanto l’ ambito aziendale sposa perfettamente la prerogativa infermieristica orientata alla prevenzione e informazione dei pazienti/dipendenti i quali necessitano di tutta la professionalità e capacità tecnica dell’infermiere per accedere a servizi innovativi, anche in telemedicina, per preservare la salute.

Invito quanti fossero interessati ad avere maggiori informazioni su questa novità a mettersi in contatto con noi, sia Aziende che professionisti del settore tra cui Infermieri, Medici del Lavoro ed esperti di comunicazione compilando il modulo che trovate qui sotto

Dott. Inf. Daniele Romani